Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di più leggi l'informativa sull'utilizzo dei cookies.

Nuova intestazione Strozzi WEB

Gazzetta di Mantova - Festa grande allo Strozzi «Il futuro è l’agricoltura» - 3 Dicembre 2013

Gonzaga. Al taglio del nastro dell’agrario il leghista Fava attacca anche sull’Expo «Serve agire in fretta o finisce come per la corsa a capitale della cultura 2019»

GONZAGA (Palidano) Festa grande, ieri mattina, per l'inaugurazione della nuova ala dell’ istituto tecnico agrario “Strozzi” di Palidano, danneggiato dal sisma. Un istituto che ha ancora una forte attrattiva tra i giovani anche per le possibilità di occupazione dopo il diploma in un settore trainante, come l'agroalimentare, nonostante la crisi.gazzetta di mantova-festa grande allo strozzi-3-12-2013-3

Alla cerimonia erano presenti il dirigente scolastico dello “Strozzi” Giordano Pachera, il parlamentare mantovano del Pd on. Marco Carra, l'assessore regionale all'agricoltura Gianni Fava, l'assessore provinciale alla pubblica istruzione Francesca Zaltieri, il sindaco di Gonzaga Claudio Terzi, il comandante della stazione carabinieri di Gonzaga Carlo Pavese, la dirigente Usr – Ambito territoriale di Mantova Patrizia Graziani, che è stata per anni preside dello “Strozzi”, il presidente del Collegio Periti Agrari di Mantova Isaia Rossi e la professoressa Mara Battistini Mattioli, moglie del compianto Paolo Mattioli. Tra i vari interventi, prima del taglio inaugurale, c'è stato quello significativo di Fava che è partito da un dato economico e sociale. «L'agricoltura ha sempre più appeal e costituisce, negli orientamenti dei giovani, un settore che offre prospettive positive.

gazzetta di mantova-festa grande allo strozzi-3-12-2013-2

Quasi il 40% dei giovani che si approcciano all'agricoltura - ha rilanciato Fava - non proviene dal mondo agricolo. E il 30% dei nuovi imprenditori agricoli è laureato o diplomato». L'inaugurazione è stata anche è l'occasione per accendere i riflettori sul polo universitario mantovano. «Se ragioniamo nell'ottica della multifunzionalità, che sta prendendo sempre più piede in agricoltura, i presidi formativi come lo “Strozzi” di Palidano sono elementi estremamente positivi. Dunque mi chiedo se è possibile che, nella seconda provincia agricola italiana e una delle prime in Europa, si stia ancora a parlare nella Fondazione Università di Mantova di un corso di meccatronica e formare dei disoccupati.

Non è forse meglio ragionare su corsi dedicati all'agricoltura?» Fava ha anche commentato il progetti sull’Expo: «non vorrei che facessero la fine della candidatura a capitale delle cultura. L’idea del padiglione galleggiante? Puntiamo piuttosto sulle bellezze artistiche come Palazzo Te o il Polirone, ad esempio». Premiati tre studenti meritevoli con altrettante borse di studio: Silvia Bottazzi e Nicola Bertazzoli di Suzzara hanno ricevuto le due messe a disposizione dal Collegio Periti Agrari di Mantova mentre Alberto Donà ha ricevuto la borsa di studio donata da Mara Battistini Mattioli in memoria del marito Paolo. Infine il taglio del nastro davanti alla nuova ala dello “Strozzi” da parte di Ilaria Piccagli, studentessa di 3C.

(m.p.)

gazzetta di mantova-festa grande allo strozzi-3-12-2013

(Ingrandisci l'articolo)

Notizie

Nuovo dominio Strozzi

Dal 1 aprile 2019 è stato attivato il nuovo dominio con estensione ".edu.it"

 Tutte gli indirizzi di posta elettronica interni hanno assunto  la nuova estensione di dominio @isstrozzi.edu.it


 

Partnership Strozzi - Agrisoing

Ha preso vita mercoledì 6 marzo il

“Progetto sperimentale di caratterizzazione integrata del suolo”

dell’azienda agraria “Bigattera” in collaborazione con Speziali Antenore srl e Agrisoing.

Il progetto mira a studiare, in particolare su una superficie di 3,08 Ha a seminativo (denominato appezzamento 21), la variabilità biofisica e chimica del suolo mediante la tecnologia EMAS (Elettro Magnetic Agro Scanner). In pratica uno spettrofotometro, trainato da un quad,

QUAD

esegue una mappatura geo-referenziata della resistività elettrica del terreno a tre diverse profondità (50, 100 e 180cm). Le carte del suolo ad altissima risoluzione spaziale così ottenute

Resistività180cm

presentano zone omogenee e variabili per caratteristiche e potenzialità fisico-chimiche e forniscono informazioni sulle effettive esigenze a cui le colture ospitate potranno andare incontro. Esse potranno essere utilizzate per la elaborazione di mappe di prescrizione utili ad indicare la quantità di input da distribuire nelle diverse zone del campo (quantità di seme, concime e prodotti fitosanitari da distribuire in dosi variabili).

Sono stati coinvolti nell’iniziativa gli alunni delle classi 4 DM e 3 DM i quali hanno eseguito, grazie alle informazioni della mappatura EMAS, campionamenti geo-referenziati del terreno fino alla profondità 1 metro (immagine 2). I carotaggi sono stati oggetto di osservazioni e studio sotto la guida del Dott. Roberto Barbetti pedologo di Agrisoing e  saranno sottoposti ad una completa analisi chimico-fisica nei laboratori dell’istituto, sempre  a cura degli alunni.

Nei giorni precedenti l’iniziativa, con il drone munito di telecamera multispettrale in dotazione all’istituto, il prof.Visigalli ha ottenuto una mappa di vigore” ossia una mappa georeferenziata indicativa dello stato di salute della coltura (miscuglio di graminacee e foraggere) presente sull’appezzamento 21.

Mappa vigoria

Tale mappa, insieme con i risultati delle analisi dei campioni di terreno saranno utili per l’integrazione di ulteriori informazioni nella elaborazione delle suddette mappe di prescrizione.